i libri

Paolo Barbieri

 

Vanità e affanni

n. 26

ISBN-13: 978887536435-9

2019

pp. 76

cm 11x16

€ 12,00

 

L'autore

I testi

Recensioni

Riconoscimenti

Dello stesso autore

 

Acquista on line su:

9

9

9

 

L'autore

Paolo Barbieri (Carrara, 1950), laurea in Economia e Commercio, è stato insegnante presso istituti superiori. Ha iniziato a pubblicare i suoi lavori letterari solo dopo il pensionamento del 2008. I suoi interessi culturali hanno sempre spaziato sia nel settore artistico sia in quello scientifico. Le sue conoscenze musicali sono approfondite e si estendono dal polifonismo cinquecentesco di Palestrina alle composizioni atonali del ’900. Profondamente attratto dall’opera lirica, in particolare dal dramma giocoso o buffo, ha completa conoscenza delle più grandi voci liriche dall’invenzione del disco fino ad oggi. È anche appassionato conoscitore di cinema, arte e danza classica. In ambito scientifico, la sua passione per tutte le branche della Fisica è stata travolgente, così come quella per la Psicanalisi. Paradossalmente, le sue conoscenze in campo letterario non sono così vaste. Poesia: Poesie d’amore e di morte (2011), Poesie in sol minore (2012), Peccati di vecchiaia (Edizioni clandestine, Massa 2013). Aforismi: Il caso è singolare (2014), È un piacer serbato ai saggi (2015), Languir per una bella (Stampa indipendente, Massa 2015), Pentagoni regolari (Edizioni Joker, Novi Ligure 2017). Romanzi: L’inebriante seduzione (Edizioni Joker, Novi Ligure 2018).

0

I testi

 

In questa nuova raccolta di aforismi Paolo Barbieri continua a sparare con esattezza i suoi proiettili per traforare la scorza dell’abitudine, della pigrizia, della paura, e guardando attraverso di essa osservare la vita senza inibizioni e senza menzogne. Veri e propri precipitati solidi dell’esistenza quotidiana, questi frammenti compiuti in sé eppure fittamente intrecciati solleticano con senso della giustizia e giusta malizia («I pruriti aforistici non vanno grattati»). Ora con spavalderia, ora con l’eleganza di un penetrante moralista d’altri tempi, l’autore ama camminare sul filo di una estrema brevità che sopporta su di sé il peso di questioni spesso enormi.
Non manca anche in questo libro una raccolta di epitaffi, per sé e per gli altri. Una passione, questa, che permette all’autore di esercitare un po’ di ironia ma anche di interrogarsi sulla fine, sull’assenza, sullo scopo. Infatti «La maturità dell’Uomo giunge a compimento nella tomba». Barbieri gioca con i polisensi ma non fa giochi verbali, non manipola le parole: osserva la vita nel suo mutare continuo, pur ancorato a solide basi di gusto e opinione, senza adattarla alle proprie convenienze. Intanto, inarrestabile, «il nostro universo continua ad espandersi. Cosa diranno i vicini?».


                                                                                                    Sandro Montalto

 

 

* * *

 

Se finge di crederti è la donna giusta.

Più sfuggi allo specchio più ci entri dentro.

Aforismi: un falso d’autore fa il falso autore.

Gli aforismi non sono chiacchiere da barbieri.

Un onore esserti stato d’aiuto. Quanto ti devo?

Gli aforismi tralasciano i fatti: contano le parole.

La vita ci cambia: salvaguardiamo le cattive abitudini.

La data di nascita delle donne è una variabile d’umore.

Discutetene fra di voi: io ne ho già dubitato con me stesso.

Ho cercato di conoscere meglio me stesso ma lui ha rifiutato.

 

Negli investimenti finanziari la vittima è l’investitore e non l’investito.

La semplicità è la miglior cosa per confondere le idee a chi non t’ascolta.

Inquinamento: ai miei tempi le porcherie erano faccende esclusivamente femminili.

C’è da dannarsi l’anima per non mandarla al diavolo.

Nell’altezzosa corte dei vanagloriosi gli adulatori son poeti.

L’anticonformista alla moda è modello per turbe di conformisti fuori moda.

Sii intelligente quanto basta: se vai oltre diventi antipatico; oltre ancora, asociale.

Nei sogni notturni galleggiamo; in quelli diurni affondiamo.

 

 

EPITAFFI

Qui nessuno fiata.

 

Tranquillità condominiale.

 

In ogni caso stiamo meglio di voi.
 

Recensioni
 
Riconoscimenti
Dello stesso autore

Paolo Barbieri, Pentagoni regolari

Paolo Barbieri, L'inebriante seduzione

0

0