i libri

AA.VV.

Antologia del Premio

internazionale per l'aforisma

"Torino in sintesi"

2018

n. 20

ISBN-13: 978887536397-0

2018

pp. 112

cm 15x21

€ 15,00

 

L'autore

I testi

Recensioni

Riconoscimenti

Dello stesso autore

 

Acquista on line su:

9

9

9

 

L'autore

Giunti alla conclusione di ogni edizione del Premio “Torino in Sintesi” è gioco forza che il Comitato Organizzativo e la Giuria cerchino di tirare le somme confrontando i risultati dell’ultima edizione con quelle precedenti. Da questa disamina emergono sì dei dati utili per mettere a punto le regole del concorso successivo, ma più ancora per tastare il polso all’evoluzione della “forma breve” nel nostro Paese. È infatti d’obbligo per l’Associazione Italiana per l’Aforisma, che è fondatrice e promotrice del premio, monitorare con costanza ed attenzione lo stato di salute d’un antichissimo genere letterario che oggi sta tornando in auge in molteplici, aggiornate interpretazioni.
Qui di seguito, nella relazione tecnica di Sandro Montalto, saranno meglio specificati alcuni fattori di cospicuo peso, quali il numero dei concorrenti pressoché abituali che hanno partecipato alla VI edizione (nomi già noti e stimati nell’ambito della massimazione), rispetto agli autori di nuova e felice comparsa. Ma a questa Presidenza preme anche evidenziare ciò che distingue il Premio “Torino in Sintesi” dalla maggior parte degli altri concorsi letterari; una particolarità che riteniamo del massimo rilievo.
Infatti, sebbene ogni competizione comporti una classifica che definisce la nomina del vincitore e dei menzionati, nel “Torino in Sintesi” mancano del tutto le opache figure di sfondo, le opere considerate soltanto perché, nel contesto del Premio, servono a “fare numero”. Mai è si è ritenuto e si ritiene, insomma, che tra le raccolte aforistiche iscritte al Premio possano esservi delle superflue trascurabilità. Questo perché la connessione tra Premio e Associazione Italiana per l’Aforisma è forte ed imprescindibile: abbastanza da rendere ogni aforisma di ogni autore un prezioso contributo all’ampliamento dell’archivio storico dell’AIPLA, già oggi ricco di centinaia di nomi e migliaia di massime che meglio non potrebbero rappresentare la tendenza dell’aforisma italiano del terzo millennio.
Con questo spirito e con l’entusiasmo di sempre ci prepariamo dunque a varare, nel 2020, la settima edizione del Premio, confidando che anch’essa troverà lo stesso consenso tra i concorrenti e il medesimo gradimento tra i lettori della nostra biennale antologia. Proseguiamo, insomma, assieme all’orgoglio di constatare il sorgere, su territorio nazionale, di varie iniziative aforistiche: tutte indicano con chiarezza una rinata affezione e un più diffuso interesse verso il genere letterario della “forma breve”.
Un grazie speciale della Presidenza, infine, va al Comitato Organizzatore e ai signori componenti della Giuria: e, naturalmente, a tutti coloro che hanno gratificato il Premio della loro partecipazione.


                                                                                                 La Presidente
                                                                                                 Anna Antolisei

0

I testi

 

Introduzione

La sesta edizione del Premio Internazionale per l’Aforisma “Torino in Sintesi”, svoltasi nell’anno 2018, si chiude con un bilancio positivo. L’intento del comitato fondatore, ossia riunire autori di aforismi spesso condannati alla macchia residenti in Italia e all’estero, promuovendone la conoscenza reciproca e presso un pubblico più ampio, è stato raggiunto. Grazie alla credibilità che il Premio e l’Associazione Italiana per l’Aforisma si sono guadagnate in questi anni, alla riconosciuta serietà delle pubblicazioni e delle iniziative promosse, nonché alle interessanti iniziative che nel solco del Premio sono state recentemente ideate in varie località d’Italia, in questi dieci anni una notevole quantità di autori, che non raramente si affacciavano per la prima volta, ha consolidato il proprio rapporto con la forma breve in qualche caso esibendo da subito una notevole maturità.
La nostra speranza è che il Premio, così come la presente antologia, servano innanzitutto a permettere agli autori di uscire allo scoperto leggendosi a vicenda, conoscendosi, arricchendosi e facendosi conoscere presso il pubblico amante di questo genere (pubblico che, tutti noi constatiamo, esiste: non è quindi tenuto “alla larga” dall’aforisma in sé – anzi! –bensì da qualcosa che non funziona altrove: comunicazione? grande editoria? scuola?). Non smettiamo di ribadire, come facciamo con forza fin dalla prima edizione, la necessità di una reale attività sinergica tra autori, critici ed editori, la necessità di confronti e dibattiti sull’aforisma, ma soprattutto di un confronto autenticamente interessato al prossimo.
Data la particolarità del genere, e il fatto che il premio esiste ormai da dieci anni, la giuria e i componenti dell’Associazione ritengono fisiologico un certo calo nel numero dei partecipanti, e soprattutto nella qualità media degli elaborati proposti, dati di fatto evidenti e condivisi da tutti. Tuttavia come accade in ogni edizione non sono mancate le sorprese, i nomi nuovi da tenere d’occhio e coltivare, nonché le conferme. È anche interessante notare come un’altra tendenza sia in crescita, ossia la provenienza di materiali da quasi ogni angolo del territorio italiano, a conferma del diffuso interesse nei confronti del genere, e anche della sempre più vasta conoscenza del lavoro svolto attorno al Premio.
Ma un’altra caratteristica rende il TiS così apprezzato: l’indubbia competenza dei giurati, stimati da chiunque si interessi al genere aforistico, unita al grande lavoro – lo può ben testimoniare chi è dentro ad ogni aspetto organizzativo del Premio – fatto in ogni edizione. Senza nulla togliere ai giurati delle primissime edizioni, e senza che questo voglia essere una autoesaltazione, il Direttivo non può non segnalare come nelle ultime edizioni il lavoro interno alla giuria sia stato particolarmente serrato, ampio, caratterizzato da un fitto e franco scambio di opinioni, da riletture e riflessioni. Come è ovvio i risultati di un premio non necessariamente soddisfano tutti i giurati (anche se negli anni sui vincitori c’è sempre stato un consenso unanime, o almeno la convergenza della stragrande maggioranza), ma dopo la premiazione, che noi non consideriamo come una fine ma come un inizio, ogni singolo componente non ha mancato di coltivare i talenti a lui più vicini, così come l’Associazione ha spesso continuato ad accompagnare diversi partecipanti nel loro percorso di scrittura e a volte di pubblicazione, a prescindere dal loro piazzamento in classifica.
Anche in questa edizione il bando ha previsto una sezione dedicata agli autori di un Paese straniero, questa volta la Spagna. La partecipazione è stata buona, e anche in questo caso, dopo un’attenta discussione, la giuria si è concentrata su alcuni nomi i cui materiali presentati hanno dimostrato una qualità e una coerenza di particolare rilievo.
Come ogni anno l’antologia, a cura del sottoscritto e con il patrocinio dell’Associazione, viene ospitata nella collana che le Edizioni Joker dedicano all’aforisma, la prima collana ad esso esclusivamente dedicata in Italia che, in ormai diciotto anni di esistenza, ha portato alla ribalta molti nomi nuovi e no dell’aforistica italiana ed ha ottenuto importanti riconoscimenti. Collana che è nata nel tentativo di rimediare al più grave problema che l’aforisma italiano presenta, ossia la tendenza alla disseminazione e alla dispersione (ogni anno all’arrivo dei materiali di osserva come gli aforisti pubblichino in maniera troppo spesso fortunosa e priva della necessaria cura editoriale), lo indebolisce e lo rende spesso invisibile.
La presente antologia, come previsto dal bando, pubblica estratti dal libro edito vincitore e da quelli segnalati, insieme alle intere sillogi inedite premiate e segnalate. Inoltre, in segno di ringraziamento e per sottolineare ancora una volta il bisogno primario di leggersi a vicenda, vengono come di consueto pubblicati cinque aforismi di ognuno degli altri autori partecipanti. La selezione ha tentato di proporre i brani non solo più efficaci dal punto di vista stilistico, ma anche più capaci di rendere l’idea del carattere del lavoro completo.

 

Sandro Montalto

 

* * *

 

INDICE

 

Premessa
Introduzione

Sezione A – Libro edito
Paolo Bianchi, Lampi
Paolo Barbieri, Pentagoni regolari
Titti Mercuri, La vita insegna e io prendo disappunti
Alessandro Tozzi, Appunti di viaggio

Sezione B – Silloge di Aforismi inedita di autori italiani
Nicola Farina, Pillole Placebo per non morire di Freud
Vincenzo Cannova, Appesi ad un feeling
Maurizio Manco, Falsi magri
Lorenzo Morandotti, I demoni della speranza

Andrea Quinto, Massime per essere fraintesi in società

Sezione C – Silloge di Aforismi edita o inedita, in lingua originale con traduzione italiana, di autori in lingua iberica
José Rosales Mateos, Divinanze
Léon Molina, Aforismi
Carlos Pavoón Perez, Aforismi
Mario Pérez Antolín, Aforismi

Aforismi degli altri autori concorrenti
Sezione A
Sezione B
Sezione C

Relazione conclusiva

0

Recensioni
 
Riconoscimenti
Dello stesso autore

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2008

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2010

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2012

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2014

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2016

0