i libri

AA.VV.

Antologia del Premio

internazionale per l'aforisma

"Torino in sintesi"

n. 10

ISBN-13: 978-88-7536-188-4

2008

pp. 80

cm 15x21

€ 11,50

 

L'autore

I testi

Recensioni

Riconoscimenti

Dello stesso autore

 

Acquista on line su:

9

9

9

 

L'autore

Il Premio “Torino in Sintesi” è nato sotto i migliori auspici, vale a dire sotto la spinta di un entusiasmo tanto determinato e professionale quanto sereno e affabile, tra un gruppo di “amici di penna” accomunati dall’amore per l’aforisma. Come ulteriore segno dell’eccellenza e credibilità di questo Premio, poi, fin da questa prima edizione ci sono stati patrocinii di notevole importanza: il Ministero per i Beni Culturali, la Provincia di Torino, la Città di Torino, la Fondazione per il Libro e per la Musica.

Altrettanto felicemente si è svolto tutto l’iter che ha visto premiare, da una giuria assai varia ma in sostanza concorde, dei massimatori di tutto rispetto, assolutamente meritevoli di ricevere un adeguato riconoscimento allo spirito critico e alla profonda capacità di riflessione che li ha distinti.

E che, cosa non da poco, li rende esemplari protagonisti di un genere letterario né facile, né irrilevante che – oggi come ieri – sottolinea come meglio non si potrebbe l’immortalità del “Pensiero eccellente”.

0

I testi

 

Introduzione

La prima edizione del premio internazionale per l’aforisma “Torino in Sintesi”, svoltasi nell’anno 2008, si chiude con un bilancio senz’altro positivo. L’intento del comitato fondatore, ossia riunire autori di aforismi spesso condannati alla macchia, residenti in Italia e all’estero, e permettere loro di uscire allo scoperto leggendosi a vicenda, conoscendosi ed arricchendosi (anche a questo dovrebbe servire la presente antologia) è stato raggiunto.

Il numero dei partecipanti è stato notevole, soprattutto se si considera la particolarità del genere, innegabilmente più di nicchia rispetto alla prosa o alla poesia, e il fatto che il premio è alla sua prima edizione.

Molte le considerazioni che si potrebbero fare.

Innanzitutto, la sezione libro edito ci dimostra come gli autori di aforismi, persino gli autori che hanno inteso affrontare la fatica non solo della scrittura ma anche della pubblicazione, non sono pochi, sono distribuiti in tutto il territorio nazionale ma purtroppo soffrono di una prevedibile carenza di visibilità. Le cause sono molte, dalla già citata (ma forse solo pretesa…) elitarietà del genere, all’inesperienza di molti autori in fatto di editoria, per non parlare di come talvolta gli editori stessi si siano improvvisati stampatori di un genere del quale forse ignorano persino i presupposti.

Per rimediare quanto possibile a questo problema sono nati sia il premio, sia la collana che ospita la presente antologia, convinti come siamo della necessità di una reale attività sinergica tra autori, critici ed editori.

Ciò nonostante, questi autori appaiono spesso combattivi e preparati, non di rado i libri hanno una tenuta evidente (in un genere entro il quale la tenuta della silloge è più difficile che altrove) e talvolta gli aforismi si configurano come il precipitato di idee che hanno generato altri libri degli stessi autori, saggi, poesie o romanzi che siano. L’aforisma per i nostri autori non è quasi mai, dunque, un esperimento o un episodio marginale nella crescita scrittoria, bensì una reale esigenza, e il luogo chiaramente identificato nel quale è possibile concretizzare la riflessione grazie alla costrizione fruttuosa della forma concisa.

 

Anche le sezioni per la silloge inedita hanno evidenziato non pochi autori di qualità, i cui lavori hanno spesso le predette caratteristiche di necessità e tenuta. A livello contenutistico e stilistico si registra una varietà incredibile, come la storia stessa dell’aforisma insegna. Atei e credenti, iconoclasti e pensatori candidi, nichilisti e serafici, i nostri autori hanno di volta in volta scelto le più tipiche e più efficaci tipologie di scrittura breve: dalla massima fulminante in due o tre tempi sul modello dei moralisti francesi alla riflessione in stile Canetti, dallo sfregio alla Kraus alla definizione spesso maliziosa stile Bierce, dalla disperazione che corteggia Cioran alla annotazione da breviario o all’ovvietà, non si sa quanto voluta.

Come è ovvio le sezioni per la silloge inedita hanno visto anche la partecipazione di autori palesemente inconsapevoli del genere, e di altri autori così consapevoli da aver scelto la via del plagio: ma d’altra parte, come diceva Oscar Wilde, il mediocre imita, mentre il genio ruba...

La grande maggioranza dei lavori presentati, comunque, testimonia un diffuso interesse per l’aforisma, ancora una volta eletto a sede di riflessioni fondanti: basti osservare la frequenza non solo di aforismi sull’aforisma, come è tradizione, ma anche di sillogi a tema. Evidentemente sono molti gli autori che hanno compreso come la forma breve, qualsiasi declinazione si voglia dare a questa espressione opportunamente vaga, anche se non certo onnicomprensiva, per sua natura stimola il pensiero e smaschera le imposture, le vacuità, le incertezze, esaltando al contempo i momenti in cui l’idea e l’urgenza di esprimerla trovano da sole la forma più efficace per essere dette.

Da segnalare è anche la notevole efficacia e la proprietà dei titoli di quasi tutte le sillogi, altro segno della coerenza dei lavori e della loro non estemporaneità. Titoli che, seppur con dispiacere, non abbiamo citato nella parte dell’antologia che raccoglie estratti dei lavori non vincitori al solo scopo di non far prevalere ancora una volta il paratesto.

La giuria in sede di votazione si è dimostrata attratta da tre diverse tipologie di aforisma, ognuna delle quali ha tuttavia ottenuto uno o più voti da parte di ogni giurato, il che a nostro avviso significa che la qualità intrinseca di alcuni lavori ha colpito la giuria al di là degli incancellabili gusti personali (certo mediati dalla preparazione culturale). Dopo di che, l’aritmetica ha fatto il suo lavoro e le somme dei voti hanno individuato alcuni vincitori, peraltro accolti con grande soddisfazione da tutti i giurati, anche se è necessario dire che altre opere hanno ottenuto buoni punteggi e sono state oggetto di discussione.

 

La presente antologia, come previsto dal bando, pubblica estratti dal libro edito vincitore e da quelli segnalati, insieme alle sillogi inedite integrali premiate e segnalate. Inoltre, in segno di ringraziamento e per sottolineare ancora una volta il bisogno primario di leggersi a vicenda e se possibile migliorare insieme, vengono pubblicati tre aforismi di ognuno degli altri partecipanti. La selezione ha tentato di proporre i brani non solo più efficaci dal punto di vista stilistico, ovviamente senza alcun tipo di giudizio nel merito dei contenuti, ma anche quelli che avrebbero reso meglio l’idea del carattere del lavoro completo.

In conclusione, il mio personale ricordo e la mia gratitudine vanno all’amico scrittore Claudio Mancini, tra l’altro sapido improvvisatore di aforismi, il quale ha sostenuto con passione il nostro progetto ed ha voluto esserci vicino accettando di essere presente in giuria nonostante sapesse che gravi problemi di salute gli avrebbero reso difficile il compito.

Purtroppo gli eventi hanno reso impossibile la sua partecipazione ai lavori della giuria. Dedico questa edizione alla sua memoria, con affetto.

Sandro Montalto

 

* * *

 

INDICE

 

Prefazione

Introduzione

 

LA BREVITÀ DEL CAOS

 

Sezione A – Libro edito

Marcella Tarozzi, D’un tratto

Rinaldo Caddeo, Etimologie del caos

Antonio Castronuovo, Tutto il mondo è palese

Roberto Morpurgo, Pregiudizi della libertà - I

 

Sezione B – Silloge di Aforismi inedita di autori residenti in Italia

Mario Laganà, Pensieri plebei

Piero Buscioni, Aforismi della notte illuminata

Maura Del Serra, Verso il centro

Alfredo Tamisari, Ricordarsi di ricordare

 

Sezione C – Silloge di Aforismi inedita, in lingua italiana di autori residenti all’estero

Mario Vassalle, Sprazzi

Donatella Bisutti, La parte dell’innocenza

Gabriel Musitelli, Irriverenze

 

Aforismi degli altri autori concorrenti

Sezione B

Sezione C

 

Relazione conclusiva

0

Recensioni
 
Riconoscimenti
Dello stesso autore

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2010

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2012

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2014

AA.VV., Antologia del Premio Internazionale per l'Aforisma "Torino in sintesi" 2016

0