i libri

Alessandra Paganardi

Ospite che verrai

2005

(2007 II ed.)

ISBN 88-7536-017-0

pp. 68

cm 12x21

€ 9,00

 

L'autore

I testi

Recensioni

Riconoscimenti

Dello stesso autore

 

Acquista on line su:

9

9

9

L'autore

Alessandra Paganardi, nata a Milano nel 1963, vive ed insegna a Milano. Raccolte di poesia edite: Poesie, Facchin editore, 2002; Ospite che verrai, Joker, Novi Ligure 2005; Tempo reale, Joker, Novi Ligure 2008. Plaquette edite: Binario provvisorio, Circolo Culturale Seregn de la Memoria, Seregno (Milano) 2006; Potevamo dire l'assenza, Crimeni, Olgiate Comasco 2005; Espansioni, Il club degli autori, 1998. Ha ottenuto riconoscimenti in concorsi di poesia e narrativa, fra cui “San Domenichino Città di Massa” 2007, “Dialogo” 2003, “Agostino Venanzio Reali” 2006, “Poeti dell’Adda”, 1997, “Gozzano” 2007, nonché menzioni e segnalazioni di merito al premio “Il Camaleonte - Città di Chieri”, 2007 , al premio “Poesia di strada”, Macerata, 2007 e al “Lorenzo Montano”, Verona 2006. Ha pubblicato la raccolta di saggi critici Lo sguardo dello stupore: lettura di cinque poeti contemporanei, Viennepierre edizioni, 2005. Ha al suo attivo la pubblicazione di singoli testi poetici ed interventi critici su riviste, tra cui La clessidra, Il monte analogo, Alla bottega, Odissea, Leggendaria, Gradiva, L’immaginazione, Costruzioni psicoanalitiche. Le sue opere poetiche e saggistiche sono state recensite su diversi giornali nazionali. Saggi critici sono inoltre presenti in AA.VV., Atti della Giornata di Studio su Giampiero Neri a cura di Victoria Surliuga, LietoColle, 2006, e in AA.VV. Sotto la superficie: letture di poeti italiani contemporanei, a cura di Gabriela Fantato, Bocca editore, 2004.
È redattrice della rivista di poesia, arte e filosofia La Mosca di Milano.
0

I testi

Nella disposizione all’accoglienza del mondo che caratterizza la poesia di Paganardi trovo alcune consonanze col pensiero di Maria Zambrano, soprattutto nella sua ipotesi che la poesia sia «pratica erotica del mondo» e che il poeta sappia «patire il mondo nella carne», in quanto è esposto alla vita, in un contatto ‘carnale’ con essa. Solo da ciò, per la filosofa, scaturisce la parola poetica che è «conoscenza amorosa del mondo» e l’Ospite che verrai accetta, a mio avviso, questa sfida nel dirci la concretezza del mondo, avendolo accolto, e nel saper mantenere sempre vivo un tèlos conoscitivo che attraversa i testi. La poesia di Alessandra vuole farsi adesione al ritmo del reale, tendendo a riavvicinare poesia e sapienza antica: senza retorica. Per questo convince.

 

(dalla Prefazione di Gabriela Fantato)

 

* * *

 

Estate metropolitana


Quando in fondo alla stanza
le stringhe delle scarpe
intrecciano i saluti, il ramo lento
del platano si intrufola nel vetro
per abbracciarmi fino al terzo piano

e il porto degli sguardi si fa amaro,
giostra volante il volto
lanciato sulle spalle

quando l’asfalto impazzisce
sotto i piedi nervosi dei ragazzi
nell’aria che sorregge i palloni
e il sogno è una scaglia che si stacca
dalla lucertola murata nel solco

allora sono stame senza fiore
cruna di un ago che più non si vede
allora sono in te
ti riconosco
città
 

* * *

 

Chalet


Non aspettano niente queste case
che sanno ancora di un abete scuro -
non il lembo di luce strappata
troppo in alto per loro,
non il sonno caduto sulle dita.

Essere questi comignoli invisibili
fatti solo di fumo,
generosi del fuoco che una mano
ha acceso nelle stanze.

Essere sguardo che non chiede,
nebbia sul vetro d’inverno
quando lo velano baci e parole.

Da questi tetti appesi alla notte
imparare il resistere di un fiore.

 

* * *

 

Ospite


Ospite che verrai
non rubare quel volto,
la polvere del vento
non spostarla lontano -
quando sarò sospesa nel silenzio
e i fiori alla finestra
vivranno d’altro sogno.

Ospite che resterai
siedi ed aspetta -
c’è sempre un canto in festa
quando hai raccolto il grano.

0

Recensioni

  maggio 2005 [Alfredo Rienzi]  leggi

  24 maggio 2005 [Nicola Vacca]  leggi

 

  a. II, n. 5, gennaio-marzo 2006 [Franco Romanò]  leggi

  7 novembre 2006 [Sebastiano Aglieco]  leggi

  novembre 2007 [Adam Vaccaro]  leggi

Riconoscimenti
Dello stesso autore

Alessandra Paganardi, Tempo reale

Alessandra Paganardi, Breviario

0